associazione madrugada

associazione culturale

Sosteniamo il cortometraggio “Alessia” febbraio 21, 2017

Carissimi,
vi scriviamo per comunicarvi una cosa importante, ovvero che da qualche giorno è online il crowdfunding del cortometraggio “Alessia” per la regia di Loris Di Pasquale.
L’opera sviluppa la tematica della violenza alle donne e dell’abuso di potere ed è ispirata ad una storia vera: racconta le ultime ore di vita di una turbolenta adolescente di origine russa che, per una serie di circostanze, verrà arrestata e uccisa in una caserma.
Il cortometraggio indipendente è prodotto da RUNNING TV e dalla BE.DI Produzioni, sostenuto da AMNESTY International e da tante associazioni che ci daranno un supporto per la diffusione dell’opera (Associazione Migranti della Venezia Orientale, Associazione Madrugada, Associazione Culturale A.S.D. Pesistica Olimpica , Cooperativa sociale Diogene, ASD Polisportiva Indipendente, Teleradio City s.c.s. Onlus), ma abbiamo bisogno anche del vostro sostegno per raggiungere gli
€ 5.500 di raccolta fondi sulla piattaforma KISS KISS BANK BANK https://www.kisskissbankbank.com/fr/projects/alessia-short-film?ref=similar, che andranno a coprire i costi di Attori, Maestranze, Personale Artistico, Costumi, Assicurazioni, Fabbisogno di Scena, Soggetto e Sceneggiatura.
A questo link potete vedere il video del Teaser di “ALESSIA”:
https://youtu.be/32KnSbwQlSM

alexia

Annunci
 

MELBOURNE – film rivelazione della 29. Settimana della critica di Venezia novembre 27, 2014

Filed under: Home Page — associazione madrugada @ 12:27 am

Al centro del film “Melbourne” una giovane coppia, Amir (Payman Maadi, il protagonista del film Premio Oscar Una separazione) e Sara (Negar Javaherian), che sta per trasferirsi a Melbourne per continuare i propri studi. Nelle poche ore che li separano dal volo, però, i due dovranno fare i conti con un evento tragico che rischia di sconvolgere la loro vita.

Definito unanimemente dalla critica un film eccezionale: “Un esordio eccellente” Il Manifesto, “Un film che sarebbe piaciuto a Hitchcock” Huffington Post.

Dal 28 novembre al Cinema Lux di Piazzale Santa Croce a Padova

GUARDA IL TRAILER:

http://youtu.be/2diMcjsw-H4

locandina

per maggiori informazioni
www.microcinema.eu

https://www.youtube.com/user/MicrocinemaSpA

 

4 NOVEMBRE 2013 – INAUGURAZIONE – SALA FRONTE DEL PORTO – FILM CLUB – PADOVA novembre 2, 2013

Filed under: Home Page — associazione madrugada @ 4:41 pm

Ed eccoci arrivati alla V edizione di Americana e un lustro non è poco dati i tempi che corrono. La Rassegna, nonostante non abbia alcun finanziamento – tolto il grande contributo del Quartiere 4 Sud-Est che fornisce la sala e ci aiuta con determinazione nella realizzazione dell’evento -, non gode di appoggi dall’alto e vive del lavoro assolutamente volontario dei componenti di Madrugada e di tutti i collaboratori di ieri e di oggi. Non è, come a detta di qualcuno, uno sporadico evento in cui i film passano e di loro ci si dimentica, anzi: da questo minuscolo progetto sono nate infinite collaborazioni, gli autori dei film sono sempre stati rispettati nei loro diritti, informati delle proiezioni e tenuti nella migliore considerazione. Sono loro il motore di tutto ed è a loro che noi dobbiamo il nostro primo ringraziamento.

Nel 2008, quando abbiamo cominciato, abbiamo puntato sulla valorizzazione della sottotitolatura, perché crediamo che il film in lingua originale sia un valore aggiunto. Inizialmente, gli addetti al settore, credevano invece che non fosse una buona soluzione, preferendo doppiaggi e traduzioni simultanee e scoraggiando in tutti i modi la nostra impresa. Il pubblico ha dato ragione a noi, imparando ad apprezzare questo modo di guardare i film. Ora siamo contenti di vedere che molti altri stiano seguendo questo esempio.

Il limite del denaro non ci ha permesso di invitare qui queste persone, tranne in alcuni casi fortunati o in occasione della Rassegna del 2011 di Trento, Sulle rotte del mondo, che grazie al Centro per la formazione alla solidarietà internazionale, abbiamo potuto avere come ospiti Arnold Antonin, haitiano e Armando Lacerda, brasiliano. Qualcuno dice che c’è chi ha troppo e chi ha troppo poco ed è verissimo, ma quel poco che abbiamo noi si chiama MOTIVAZIONE ed è la molla che ci ha convinti a proseguire, a insistere. E mentre andavamo avanti, abbiamo visto file di festival chiudere i battenti, arrendersi al pensiero unico, al concetto di opulenza, alla barbarie che solo la mancanza di valori può dare. La discussione, per noi, è sempre aperta, non smettiamo di sognare un mondo diverso, in cui i popoli indigeni possano vivere nel modo che meglio credono, in cui le donne non siano subordinate a nessuno, dove non c’è differenza tra bianchi e neri, dove i bambini godano del rispetto che meritano in quanto persone, siano essi parte di una società in cui non devono lavorare, siano essi bambini che si organizzano in sindacati per un lavoro degno.

Per questo e per tanti altri motivi, siete invitati LUNEDì 4 NOVEMBRE 2013, A PADOVA, ALLA SALA FRONTE DEL PORTO – FILM CLUB, VIA SANTA MARIA ASSUNTA, 20, ALLE ORE 19. Se non siete in macchina, il tram vi porta fino all’ingresso, FERMATA “assunta”

PROGRAMMA

 

IMPORTANTE: Il programma potrebbe subire variazioni indipendenti dalla volontà degli organizzatori

Per info:  www.associazionemadrugada.wordpress.com

 

LUNEDì 4

Ore 19INAUGURAZIONE

Ore 20.30PRESENTAZIONE

Ore 21TENTAYAPE: L’ULTIMA CASA

Regia: Roberto Alem Rojo

Paese: Bolivia

Anno: 2008

Durata: 51 min.

Questo film documenta una piccola comunità di Ava Guaranì del centro-sud della Bolivia, che mantiene ancora la propria cultura, grazie alla collaborazione tra i suoi membri.

 

Roberto Alem Rojo

boliviano, è pedagogista audiovisivo e fotografo. Ha dedicato 30 anni della sua vita alla produzione di documentari educativi, politici, sociali e culturali, promossi in diversi festival internazionali. Negli ultimi anni, ha focalizzato il suo lavoro nella regione Guaranì della Bolivia.

 

Ore 22MAJAYÜT – Señorita (Signorina)

Regia: Elizabeth Pirela

Paese: Venezuela

Anno: 2012

Durata: 32 min.

Miglior cortometraggio di Finzione Nazionale – Festival del Cinema latinoamericano e dei Caraibi di Margarita (Venezuela)

Menzione Speciale – Festival del cortometraggio Nazionale “Manuel Trujillo Durán”

Premio del pubblico – Festival Encuentros del cine latinoamericano di Marsiglia

Il documentario narra il rito di passaggio all’età adulta di una giovane Wayiuu e il protocollo che deve seguire  un ragazzo per chiederla in sposa. Parlato in wayunnaki, la lingua del più grande gruppo indigeno del paese.

Elizabeth Pirela

Mi chiamo Elizabeth Pirela, indigena Wayiuu del clan Epieyu. Sono nata a Maracaibo, il 25 maggio del 1983. Andavo con mia nonna in zone di campagna a pascolare capre e, in seguito, pecore. Quando mia nonna morì, ci stabilimmo nel quartiere Torito Fernandez, a Maracaibo. Mi sono laureata in Lettere, presso l’Università della Zulia e, più tardi, in Scienze dell’Educazione, presso L’Università cattolica Cecilio Acosta. Insegno da 12 anni e per un bisogno personale sono arrivata a realizzare audiovisivi. Ho conosciuto una sorella indigena che come me stava cominciando questo percorso, lavorava per la Televisione “Vive Tv” e stava per fare un programma sul mio lavoro di maestra coi bambini che raccolgono materiale da vendere nelle discariche sanitarie. Mi è piaciuto e ho  compreso il potere e la trascendenza che implicava l’immobilizzare la storia con la telecamera, guardare oltre, nella memoria del mio popolo. Ho vinto un concorso per realizzare una serie televisiva. Da quel momento mi sono rimasti dei soldi con cui sono riuscita a girare “Majayüt” – Señorita”. Ho fatto esperienza con la finzione, mettendo in scena la mia storia. La nostra soddisfazione più grande è stata la ricettività del popolo Wayiuu e della critica cinematografica. ANAYAWATSEJEE AS “Gracias”

 

 

MARTEDì 5

Ore 18HABANA EVA

Regia: Fina Torres

Interpreti:  Prakriti Maduro, Juan Carlos García

Paese: Venezuela

Anno: 2010

Durata: 100 minuti

Eva lavora come sarta in una fabbrica. Sogna di diventare una stilista e di possedere una stanza per sposare Angelo, suo partner di lunga data. Il suo destino sembra cambiare quando incontra Jorge…

Fina Torres

ha studiato giornalismo e fotografia in Venezuela, per poi trasferirsi in Francia per studiare cinema all’Institut des Hautes Etudes Cinématographiques (IDHEC) di Parigi. Il suo film d’esordio, Oriana, è stato presentato nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes 1985, vincendo la Caméra d’or come miglior opera prima. Nel 2000 ha realizzato la sua prima produzione hollywoodiana, la commedia romantica Per incanto o per delizia (Woman on Top), con Penélope Cruz protagonista.

 

Ore 21OUT OF ORDER

Regia: Marcel Cordeiro

Paese: Brasile/Italia

Anno: 2011

 

Secondo una stima fatta da Unicef e Governo brasiliano, tra il 2007 e il 2013, in Brasile, oltre 33000 giovani potranno morire assassinati . Un viaggio all’interno di un carcere minorile, i tentativi di ribellione, le interviste dietro le maschere (wonder woman, clown, gorilla…). Storie di droga, di morte, di musica funky. Dramma e sogni di un mondo violento.

Marcel Cordeiro

Inizia come attore teatrale a Vitoria E.S Brasile
Negli anni seguenti realizza le regie teatrali su Pessoa, Lautreamont, Botto.
1994 – Scrive e dirige il suo primo cortometraggio “Passo a passo com as Estrelas” 21’ B/N 16mm.
Premio Gabbiano d’oro ad Anteprima per il Cinema Indipendente Città di Bellaria Italia. In concorso a Locarno, Obenhausen e Gramado- Brasile   1995 – Scrive e dirige il suo secondo corto “Flora” colore 15’ 35mm Premio “Sol de Prata” migliore attrice protagonista a Regina Braga, al Rio Cine Festival – Brasile. In concorso a Bellaria Italia.
2000 Scrive e dirige il suo primo lungometraggio “A Morte da Mulata” Colore 1.04’ Beta digitale Versione in 35mm. Premio Migliore Film in lingua straniera al Cinevue Festival in Bostwick Florida USA
In Concorso al New York Film Festival in settembre 2002
2003 Mini Life Project “Chiara”, 25’ mini DV, in concorso al festival di Bellaria
“Franca”, 25’ mini DV
“Anna”, 25’ mini DV
2004, “X9”, Doc. 53’ mini DV. In concorso al IDFA (Amsterdam) 2004, Romadocfestival 2005, TRI CONTINENTS FILM FESTIVAL 2005
2005, “L’amico Low Cost”, Doc.33’ mini DV
2006, “Procura-se Deus”, (cercasi Dio), doc 68′
2008, “Baby bonbon”, lungom., 76’

2009, “A Expedicao Tabacchi”, Doc. 30′ mini DV
2011, OUT OF ORDEM, Doc. 53’
Da tre anni è direttore artistico di “Welcome to paradise”, interessante contenitore culturale estivo, che si svolge a Modica.

 

 

Ore 22 – ASOLAJAWA – Figuras de hilo (Figure di filo)

Regia: Elizabeth Pirela

Paese: Venezuela

Durata: 22 min.

Una nonna Wayiuu racconta ai bambini l’antico gioco delle figure fatte col filo di lana.

 

Ore 22.30 – MARITHOU

Pittrice di Haiti

Regia: Arnold Antonin

Paese: Haiti

Anno: 2005

Durata: 14 min.

L’affascinante pittrice Marie Thérèse Dupoux, detta Marithou, raccontata nella sua quotidianità e nel suo atelier.

Arnold Antonin  (1942, Port-au-Prince, Haití) è regista e professore universitario. Conosciuto a livello internazionale per il suo impegno sociale, politico e culturale, con le sue opere ha vinto molti premi, è stato giurato in numerosi festival cinematografici. Madrugada ha avuto l’onore e il privilegio di approfondire la sua filmografia, traducendo e sottotitolando diversi film (progetto ancora in corso, dato che la filmografia è ampissima)

 

Ore 22.45 – OJUNTNAJIRAWA – Lucha Tradicional (Lotta tradizionale)

Regia: Elizabeth Pirela

Paese: Venezuela

Durata: 14 min.

Il passaggio generazionale delle conoscenze degli allevatori Wayiuu.

 

MERCOLEDì 6

 

Ore 21 – BRECHA EN EL SILENCIO (Breccia nel silenzio) – Rappresentante del Venezuela nella corsa agli Oscar 2014 come Miglior film straniero

Regia: Luis e Andrés Rodriguez

Interpreti: Vanessa Di Quattro, Juliana Cuervos, Rubén León, Caremily Artigas, Jonathan Pimentel

Paese: Venezuela

Anno: 2012

Durata: 90 min.

Ana è un’adolescente di umili origini che ha visto passare i suoi anni davanti a una macchina da cucire, lavorando per mantenere i suoi fratelli più piccoli e, in silenzio, sopportando gli abusi del patrigno e una madre indifferente. Ipoudente, è emarginata da un mondo che si rifiuta di ascoltarla, trasformandola in un oggetto per i capricci di coloro che la circondano. Incapace di rassegnarsi a che i suoi fratelli subiscano lo stesso destino, Ana decide di salvarli e di intraprendere un cammino verso la libertà. 

 

Ore 22.40 – LOS QUIERO A TODOS (VOGLIO BENE A TUTTI VOI)

Regia: Luciano Quilici

Sceneggiatura: Natalia Moret

Interpreti: Leticia Mazur, Alan Sabbagh, Valeria Lois, Ramiro Agüero, Loren Acuña, Margarita Molfin, Santiago Gobernori, Diego Jalfen

Paese: Argentina

Anno: 2012

Produzione: La movida films (Venezuela)

Durata: 75 min.

 

Un gruppo di amici si ritrova a passare una giornata fuori città. Sembrano quelli di sempre, ma l’ombra della disillusione è palpabile. Le riflessioni sono tante: il niente, la vita, gli ideali di gioventù rinviati. Il futuro è già arrivato senza essere diventati ciò che sognavano di essere. 

 

Luciano Quilici

Nasce a Buenos Aires nel 1974. Passa la sua infanzia in Italia e torna in Argentina nel 1984. Comincia a studiare teatro da adolescente. A 18 anni comincia a produrre le prime opere. Si occupa di spot pubblicitari per vari paesi che gli valgono numerosi premi, tra cui il New Talent Award, all’edizione Cannes 2007. Nello stesso anno fonda la Folk produzioni. Los quiero a todos è la trasposizione cinematografica di una commedia teatrale.

 

 

 

 

 

 

AMERICANA 2013 – V RASSEGNA DI CINEMA LATINOAMERICANO – 4-5-6 NOVEMBRE – SALA FRONTE DEL PORTO FILM CLUB ottobre 27, 2013

Filed under: Home Page — associazione madrugada @ 7:45 pm

 

A BREVE IL PROGRAMMA DI SALA DELLA V EDIZIONE…americana2013_A4_OK

 

L’importanza della traduzione dicembre 31, 2012

Filed under: Home Page — associazione madrugada @ 2:48 am

 

Sono passati poco più di 2 mesi dall’ultima edizione di Americana, la nostra Rassegna di cinema dedicata al Continente Latinoamericano e il ringraziamento va al pubblico che ci ha seguito e che è cresciuto in questi 4 anni, che ha capito come lavoriamo – con pochi mezzi, ma tanto entusiasmo -, va a tutti quelli che hanno faticato senza sosta e senza retribuzione, ai giovani traduttori passati e attuali (Paola, Jasmine, Costanza, Willy, Alessandro, Nicola, Simone…), al Consiglio di Quartiere 4 Sud-Est, ai coraggiosi sponsor, ai proiezionisti della Sala Fronte del Porto, a Silvio del Porto Astra, a Yara Bagala, allo spazio OnOff, all’A.I.E., all’Associazione Famiglie contro l’Emarginzione, a chi dall’Accademia ci ha aiutati senza quasi apparire, alla direzione della Biennale di Venezia e, infine, ai bravissimi registi – più o meno famosi -, che si sono affidati alla nostra voglia di mostrare i loro preziosi lavori.

 

Chiediamo a chi è interessato alle nostre iniziative di scrivere a:

associazionemadrugada@gmail.com

 

A gennaio novità in vista

 

Un abbraccio, lo staff

 

DOMENICA 28 OTTOBRE – ORE 18 – CHIUSURA RASSEGNA PRESSO ONOFF ottobre 27, 2012

Filed under: Home Page — associazione madrugada @ 11:39 am

Giornata conclusiva di quest’edizione di Americana, domenica 28 ottobre, presso l’Associazione Culturale ONOFF di Via Baldissera 9 con entrata in via Albania 2Bis a Città Giardino:

Multivisione con immagini di Emanuele Stocchero

– Mostra fotografica “Giornate Messicane” di Blanca Estela Rodriguez

– Racconti indigeni di Atucà Guaranì

 

Qui trovate le indicazioni per raggiungere ONOFF:

invitoAMERICANA

 

News: Ahora te vamos a llamar hermano – gentile concessione della Direzione della Biennale di Venezia ottobre 18, 2012

Filed under: Home Page — associazione madrugada @ 5:08 pm

Con molto piacere, segnaliamo che per gentilissima concessione della Direzione della Biennale di Venezia, Americana ospiterà “Ahora te vamos a llamar hermano” di Raoul Ruiz, proiettato in occasione dell’80mo anniversario della Mostra Internazionale d’Arte cinematografica di Venezia (1932-2012), all’interno di <<80>>, una retrospettiva di 10 film presentati nel corso delle precedenti mostre. I film in questione sono stati selezionati in base a criteri di rarità, utilizzando e restaurando le copie delle Collezioni dell’Archivio Storico delle Arti Contemporanee della Biennale (ASAC).

· Ahora te vamos a llamar hermano di Raoul Ruiz (Cile, 1971, 13’, 35mm, col.). Una testimonianza sulla prima legge proclamata da Allende che dichiara gli indiani Mapuches cittadini a tutti gli effetti, con tutti i diritti relativi. Manifestazioni di allegrezza e discorsi degli indiani descritti col talento visivo e il gusto per la sperimentazione del maestro del cinema cileno Raoul Ruiz. Unica copia sopravvissuta.

http://www.labiennale.org/it/cinema/mostra-69/69miac/80.html

 

 

 

 

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: